da non mancare

A Levigliani si organizzano in continuazione eventi e manifestazioni di vario tipo. Quando vuoi, qui c’è sempre qualcosa da fare per trascorrere dei bei momenti insieme a qualcuno! Che piova o che ci sia il sole, che sia estate o inverno, al mattino o alla sera puoi sempre uscire di casa e condividere qualche piacevole momento in compagnia.


Se vuoi approfondire la conoscenza delle Alpi Apuane attraverso la trattazione di temi storici, architettonici, culturali questo è il convegno che fa per te pensato per presentare, con un approccio a 360°  ed in modo multidisciplinare, le Alpi Apuane ed i loro territori.


Se invece sei appassionato di scacchi, ogni anno viene organizzato il Trofeo Levigliani, nell’ambito del Grande Slam.

Organizzato dall’associazione Apuana Soloscacchi, in collaborazione con l’Unione Sportiva Levigliani, il Trofeo Levigliani si disputa nel nobile giardino dell’antico Palazzo Simi dove gli stemmi e le targhe visibili al suo interno nascondono una storia ai più sconosciuta.

Chiamato dagli anziani del paese “il palazzo” è stato costruito nel 1802 ed è stato trasformato in albergo nel 1830 da Joseph Simi. In una vietta laterale è possibile intravedere la chiesetta privata intitolata a San Nicola e un tempo della famiglia (oggi ormai chiusa al pubblico).

La famiglia Simi era benestante: proprietaria di cave di marmo possedeva diversi immobili e terreni in varie località versiliesi. Gli affari andavano bene e i Simi ricoprivano incarichi pubblici e ruoli importanti: Angelo, nato nel 1793, fu ad esempio sindaco del Comune di Stazzema. Nel 1870 appoggiò inoltre il progetto di costruzione della strada rotabile Ruosina-Arni necessaria per agevolare gli spostamenti della popolazione dei paesi montani e per trasportare i marmi a valle.

Il figlio Emilio (nato nel 1820) studiò botanica a Pisa, fu consigliere comunale a Pietrasanta e uno dei primi soci della sezione fiorentina del CAI. Nel 1844 partecipò alla prima ascensione della Pania della Croce e a lui si devono le più antiche esplorazioni nell’Antro del Corchia. Per l’Esposizione di Firenze del 1861 espose prodotti mineralogici e geologici della Versilia, mentre il padre esempi di marmo statuario di prima qualità proveniente dalle sue cave.

Angelo ricevette il titolo di Cavaliere del lavoro e nel 1862 una medaglia d’onore per la qualità del suo marmo. Il 30 luglio del 1853 il Re Federico Augusto di Sassonia fu loro ospite e una targa posta all’interno dell’edificio ricorda l’evento.

Gli affari andavano bene e le ricchezze della famiglia aumentavano: Cosimo, primogenito di Angelo e avvocato decise così di investire il patrimonio in una banca inglese che fallì però nel 1879. Alla notizia Cosimo ebbe un malore e morì. La crisi finanziaria causò liti familiari e la vendita dei terreni e degli immobili. Le cave vennero vendute insieme al palazzo alla Società Nord-Carrara e dalla ditta Muraglia di Carrara, nel 1910 il tutto venne acquistato dalla Società La Versilia e nel 1990 subentrò la Società Savema di Pietrasanta. Attualmente il giardino e i due piani inferiori del “Faro” appartengono a una famiglia di Levigliani.

Fonte: Galatea Versilia


Oppure che ne dici di una bella cena montana a base di pesce?


Ma se vuoi veramente esagerare con buon vino, gastronomia e artisti di strada, non puoi mancare all’ormai famoso Levigliani Wine Art Festival.

Lasciati rapire dal paesaggio fiabesco che, lungo il percorso che si snoda all’interno dell’affascinante borgo storico di Levigliani, ti accompagna alla scoperta delle migliori produzioni vinicole, dei birrifici artigianali e dei gustosi piatti tipici della cucina tradizionale dell’Alta Versilia.

Una scoperta enogastronomica che si snoda fra street band, artisti di strada, pittori, scultori, musici, cantastorie, animazioni per bambini, arti circensi, truccabimbi, bolle di sapone, clown, etc.

Un evento adatto a tutti, per godersi il fresco di un cielo stellato di due notti di mezza estate!


E se invece sei appassionato di caccia, perché non vieni a cimentarti nelle gare di Tiro in Targa in Movimento, che vengono organizzate ogni anno al Pianello di Levigliani?

Il Pianello di Levigliani è un’area completamente immersa nel verde del bosco apuano e attrezzata con tavoli e panche per poter merendare e rilassarsi un po’.


Gli appassionati delle grigliate, invece, non possono perdersi il tradizionale pic-nic in compagnia, durante la annuale Festa del Telo


Per i più sportivi, invece, a Levigliani viene organizzato lo spettacolare Trofeo Monte Corchia, gara podistica non competitiva aperta a chiunque abbia voglia di scoprire le fantastiche Alpi Apuane.

Tre percorsi, da 3, 6, e 18 km, che si snodano sui versanti del Monte Corchia, attraverso panorami noti e famosi, ma anche lungo scenari unici e talvolta sconosciuti, con il conforto di fornitissimi punti di ristoro.


Se invece sei affascinato dai ritmi e dalle atmosfere che la natura dettava agli abitanti dei vecchi alpeggi apuani, vieni alla Festa di Sant’Anna, la Santa Patrona di Col di Favilla,

Col di Favilla è un paese ormai abbandonato che, fino ad alcuni decenni fa, rappresentava un importante crocevia fra la Garfagnana e l’Alta Versilia. Ogni anno viene organizzata la Festa di Sant’Anna: una occasione unica per vivere una giornata di festa al fresco dei boschi apuani, all’insegna dell’amicizia e della buona cucina.